Parole d’artista: Angélica Liddell | talk

«Non mi interessa il moderno. Ho una nostalgia quasi malata per l’antichità. Cerco di restituire al teatro la sua spiritualità, la sua dimensione sacra. D’altra parte il teatro sarà sempre qualcosa di veramente antico, non potrà mai essere moderno»

«La violenza ha a che fare con la spiritualità. Non c’è spirito senza conflitto: la nascita, il sesso, la morte sono violenti. I riti e le rappresentazioni legati a questi conflitti – e così il teatro – sono per forza violenti. Ma è una violenza che fa parte di noi, del conflitto dell’uomo con se stesso»

«Sono e mi dichiaro anti-sociale. Credo di non sopportare tutto quello che è sociale: le opinioni comuni, la vità in comunità. Mi provoca una repulsione vera e propria. (…) La società fa emergere il peggio dell’uomo. Credo che solo l’individuo possa offrire una luce, la comunità no»

«Per un certo tempo ho fatto teatro politico, ma sono rimasta delusa.
La legge dello stato non può essere quella della bellezza, non possono mescolarsi.
C’è stata una rottura completa nel mio teatro. Non voglio cambiare la coscienza degli spettatori. L’arte è un momento di epifania individuale che genera in noi una specie di angoscia che ci trasforma a un livello molto profondo. È a questo punto che mi trovo adesso»

«Sono appunti intorno al Decamerone di Boccaccio. Mi attira l’idea di quella prossimità con la morte che restituisce una strana sensazione di libertà – un aspetto molto presente nel testo.
Ma d’altra parte mi piace anche entrare in conflitto con le opere che affronto. Quindi mi chiedo: che cosa possiamo farcene di questa libertà? È la domanda fondamentale di questo lavoro»

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...