Parole d’artista: Willem Dafoe | talk

«Quando ero giovane mi piaceva andare a teatro. All’inizio è stato un amore amatoriale. Sono sempre stato attirato dai gruppi e quindi, poi, sono capitato in alcune situazioni che mi hanno segnato profondamente. Solo in seguito mi sono reso conto che ero un attore»

«Il teatro si basa principalmente sulla letteratura. Invece a me piace ballare, muovermi nello spazio, i trucchi scenici. Quello che mi ha attirato del teatro più che la letteratura è stato lo spettacolo: piegare il tempo, affrontare la presenza fisica dell’attore»

«Con il Wooster Group eravamo innanzitutto un gruppo che aveva uno spazio – ecco perché siamo sopravvissuti per così tanto tempo.
Un’altra cosa importante è che provavamo sempre come se avessimo dovuto debuttare la sera stessa.
E poi facevamo ogni spettacolo come se fosse l’ultimo. C’era un senso di precarietà, non volevamo stabilire canoni o strutture, era come accendere dei fuochi»

«I personaggi nascono facendo delle cose, non ci penso mai tanto.
Provo a usare modi, gesti, linguaggi diversi. Cerco in generale qualcosa che non conosco, in cui non posso riconoscermi. Questo apre la porta alla finzione, permette di entrare in quel mondo che stiamo costruendo, in una realtà alternativa. Diventa tutto più libero e anche più divertente.
Il teatro che preferisco è quello che ci cambia la percezione delle cose che vediamo»

«In realtà amo le parole. Sono oggetti, suoni, colori. Ma sono cresciuto oppresso da un certo teatro inglese tradizionale in cui si parla e basta, dove non succede niente dal collo in giù.
La voce è un prodotto del corpo, fa parte di esso. Credo in un teatro che sa utilizzare tutti gli elementi e in cui nessuno ha il predominio sugli altri»

«Sono pessimo a dare consigli, credo che ognuno debba trovare la propria strada da solo.
Ma ai giovani attori posso dire: andate verso le persone che vi entusiasmano, che vi danno sensazioni ed emozioni. Non pensate alla carriera – quella poi verrà da sola –, ma ad avvicinarvi alle persone»

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...