Archivi tag: angélica liddell residenza

Un Decameron secondo Angélica Liddell

Una catasta di topi morti. Veri, finti, non si sa, da cui pian piano sale in ogni caso l’odore del trapasso e di cui rimane impresso nell’orizzonte scenico il profilo del cumulo di bestie, il senso di poter essere cadaveri seppur lontani e piccoli. Ecco quello che resta sul pavimento delle Tese dei Soppalchi dopo l’Opendoors di Angélica Liddell, in residenza alla Biennale Teatro per una ricerca verso il suo prossimo lavoro. Sarà Boccaccio, il Decameron, le favole, la fuga, e naturalmente la peste. La peste nera, quella vera e non solo metaforica: quella che materialmente sconvolse l’Europa nel Trecento, traghettando l’Occidente dal Medioevo ai tempi moderni, e quella che invece simbolicamente – lo diceva Camus riferendosi probabilmente alla peste brune – è sempre all’erta anche adesso, bisogna tenere gli occhi ben aperti e le orecchie attente per beccarla – almeno stavolta se si riesce – prima che scoppi il flagello.

Continua a leggere Un Decameron secondo Angélica Liddell

Annunci

Angélica Liddell: una “artista total” in residenza alla Biennale

Angélica Liddell, in residenza alla Biennale Teatro 2016, è – come si è trovata spesso a constatare lei stessa – una “artista total”: fin dagli esordi è regista, attrice, autrice dei testi che porta in scena (inizialmente spesso da sola); cura le scene, i costumi e praticamente tutto quello che fa parte degli spettacoli; mentre, fuori dal palcoscenico, scrive fra l’altro saggi e poesia, è impegnata nel video e nella fotografia d’arte (belli e strazianti alcuni suoi auto-ritratti pubblicati online).

Ma si potrebbe dire che la storia teatrale di Liddell sia cominciata dalla parola, dalla parola scritta, anche letteraria e poetica – una tendenza peraltro non così anomala nella Spagna fra anni Novanta e Duemila, tanto che lo studioso Oscar Cornago scrive un libro sul fenomeno intitolato Políticas de la palabra. Secondo Cornago, si assiste alla rinascita di una dimensione politica del teatro nella Spagna di fine Novecento, che emerge dalla scena della ricerca proprio a partire dalla scrittura, dalla dimensione testuale e drammaturgica.

Continua a leggere Angélica Liddell: una “artista total” in residenza alla Biennale